Get Mystery Box with random crypto!

Mondo filosofia

Logo of telegram channel menteaperta — Mondo filosofia M
Logo of telegram channel menteaperta — Mondo filosofia
Channel address: @menteaperta
Categories: Psychology
Language: English
Subscribers: 14.01K
Description from channel

Contatti:
🚩 @Leggendo_bot
🏆MIGLIOR CANALE TELEGRAM 2019
😎 Membro di
@networklamusa
🤝 GEMELLAGGIO: arenaphilosophika.it
📽️ SEGUITECI SU YOUTUBE: https://www.youtube.com/channel/UCfqlFO4ay8yk5sYNF4w-rIQ/videos

Ratings & Reviews

2.00

2 reviews

Reviews can be left only by registered users. All reviews are moderated by admins.

5 stars

0

4 stars

0

3 stars

1

2 stars

0

1 stars

1


The latest Messages 10

2022-02-09 22:45:04
I CANALI PIÙ SEGUITI DI TELEGRAM
409 views19:45
Open / Comment
2022-02-08 22:31:36 Fatti furbo Segui i migliori canali di Telegram  
559 views19:31
Open / Comment
2022-02-08 13:54:05 Per Nietzsche l’uomo autentico deve poter assaporare la solitudine, quel monte degli ulivi che permette di entrare in contatto con i lati più oscuri e fragili della propria persona, senza solitudine e silenzio si rimane sempre nella superficie...

LEGGETE L'ARTICOLO

https://www.gazzettafilosofica.net/2022-1/gennaio/fuggi-nella-solitudine/
557 views10:54
Open / Comment
2022-02-07 23:15:28 Un po' di cultura, dai un'occhiata  
993 views20:15
Open / Comment
2022-02-07 14:08:31 Sanremo 2022, il monologo integrale di Drusilla Foer: "Diversità non mi piace, parliamo di unicità"

"Non voglio ammorbarvi a quest’ora con parole sulla fluidità, sull'integrazione, sulla diversità. Diversità non mi piace perché ha in sé qualcosa di comparativo e una distanza che proprio non mi convince. Quando la verbalizzo sento sempre di tradire qualcosa che penso o sento. Le parole sono come le amanti quando non si amano più vanno cambiate subito. Un termine in sostituzione potrebbe essere unicità, perché tutti noi siamo capaci di coglierla nell’altro e pensiamo di esserlo. Per niente, perché per comprendere la propria unicità è necessario capire di cosa è composta, di cosa siamo fatti. Di cose belle: le ambizioni, i valori, le convinzioni, i talenti. Ma talenti e convinzioni devono essere curati. Non è facile entrare in contatto con la propria unicità ma un modo lo avrei: si prendono per mano tutte le cose che ci abitano e si portano in alto, si sollevano insieme a noi, nella purezza dell’aria, in un grande abbraccio innamorato e gridiamo: “che bellezza tutte queste cose sono io. Sarà una ficata pazzesca e sarà bellissimo abbracciare la nostra unicità e a quel punto io credo che sarà più probabile aprirsi e uscire da questo stato di conflitto che ci allontana. Sono una persona molto fortunata a essere qui ma vi chiederei un altro regalo: date un senso alla mia presenza su questo palco e tentiamo il vero atto rivoluzionario, che è l’ascolto, di se stessi e degli altri."

Partendo da esso, mi chiedo" Che cos’è il processo di individuazione?" Carl Jung, ci viene in aiuto

"L’individuazione è un’unificazione con se stessi e, nel contempo, con l’umanità, di cui l’uomo è parte.
Prenda una ghianda, la pianti nel terreno, la ghianda cresce e diventa una quercia. Così è l’uomo. L’uomo si forma da un uovo e crescendo e diventa l’uomo completo, perché quella è la legge che ha dentro."

(dal saggio “Jung Parla”, Adelphi)

- «In realtà, il processo d’individuazione è quel processo biologico…attraverso il quale ogni essere vivente diventa quello che è destinato a diventare fin dal principio»
(C.G.Jung, Psicologia e Religione – Opere, Vol. 11, p.294)

«A ogni passo verso l’individuazione si produce una nuova colpa, che richiede una nuova espiazione. I nostri peccati, errori e colpe sono necessari, altrimenti saremmo privati dei più preziosi incentivi allo sviluppo.»
(C.G. Jung)

«L ‘individuazione non ha altro scopo che di liberare il Sé, per un lato, dai falsi involucri della “Persona” , dall’altro lato, dal potere suggestivo delle immagini dell’inconscio.»

«Qui si può domandare perché mai sia desiderabile che un uomo si individui. E’ non solo desiderabile, ma indispensabile, perché l’individuo, non differenziato dagli altri, cade in uno stato e commette azioni che lo pongono in disaccordo con se stesso. Da ogni inconscia mescolanza e indissociazione parte infatti una costrizione ad essere e ad agire così come non si è. Onde non si può né essere d’accordo in ciò né assumerne la responsabilità. Ci si sente in uno stato degradante, non libero e non etico.»
(L’io e l’inconscio)

«Si dice che è egoistico o “malsano” occuparsi di sè, che la propria compagnia è la peggiore, che fa diventar melanconici; ecco gli splendidi certificati che vengono rilasciati alla nostra natura umana. L’individuazione viene a volte confusa con l’individualismo; ma l’individuazione è molto più ampia in quanto non si limita a mettere l’accento soltanto sull’Io [...] include una gran parte di sviluppo dell’io e di egoismo, ma non finisce lì. Procede includendo e integrando le polarità e le complessità interne ed esterne. Non ignora l’importanza dell’altruismo e dei rapporti, bensì include questi elementi nel proprio programma come parti essenziali di esso. Favorisce sia la stima di sè che un profondo interesse sociale in quanto si concentra sul Sè (non sull’Io), che è comune a tutta l’umanità."

#riflessione #attualitá #psicologia #filosofia #approfondimento #individuazione #autenticitá
878 views11:08
Open / Comment
2022-02-07 01:19:17 Live stream finished (2 hours)
22:19
Open / Comment
2022-02-06 22:59:36 Live stream started
19:59
Open / Comment
2022-02-06 19:29:22 Stasera alle 21:00 saremo in diretta streaming per guardare insieme l'episodio di Zettel (trasmissione televisiva di divulgazione filosofica condotta da Maurizio Ferraris) dedicato al tema "Libero arbitrio".

Dopo aver visionato assieme l'episodio (la durata è di circa 28 minuti) tutti i partecipanti che lo desiderano potranno intervenire con domande, riflessioni e contributi personali inerenti al tema. Vi aspettiamo!
1.2K views16:29
Open / Comment
2022-02-06 19:15:34 Live stream scheduled for Feb 6 at 20:00
16:15
Open / Comment
2022-02-05 22:30:03
INSIEME...CANALI CULTURALI
871 views19:30
Open / Comment
2022-02-05 00:30:03 QUI TROVI LE APK DEL MOMENTO
318 views21:30
Open / Comment
2022-02-04 22:30:40 MIGLIORI CANALI TELEGRAM  
179 views19:30
Open / Comment
2022-02-04 18:02:16   LA FENICE NETWORK
Vi presenta una selezione dei suoi canali

HOT MEME

Poesia

SCRITTE SUI MURI

Food Porn Italy

CUCINA SANA

Video Epici

ROMANITÀ

Disney

FUNNY DIET

AMORESANO

POSITIVITY

Quattroruote

CIBI & RICETTE

IL TEMPIO DEL PENSIERO

WildLife World

DUBITOCOGITO

EROS & FUN

Unisciti al progetto e dai visibilità al tuo canale
561 views15:02
Open / Comment
2022-02-03 23:05:05 Mondo filosofia pinned Deleted message
20:05
Open / Comment
2022-02-03 22:30:57 Pretendi il meglio

Vai sul sicuro con questi canali  
1.2K views19:30
Open / Comment
2022-02-03 16:01:30 "Se eviti il vuoto che senti in te, e lo riempi di ruoli fittizi e di attività sostitutive, non ottieni nulla. Ma se riesci veramente a entrare in contatto col vuoto, comincia a succedere qualcosa - il deserto comincia a fiorire.
Ecco la differenza tra vuoto sterile e vuoto fertile."


Fritz Perls: la terapia gestaltica parola per parola, p. 259

La parola Gestalt fu usata per la prima volta, come termine tecnico, da Ernst Mach e successivamente da Edmund Husserl e Christian von Ehrenfels fondendo il termine ripresero il termine nelle loro teorie psicologiche a fondamento filosofico. Deriva dal verbo gestalten, che significa “mettere in forma” o “dare una struttura significante".La psicologia della Gestalt, si opponeva al modello dello strutturalismo, diffusosi dalla fine dell'Ottocento, ed ai suoi principi fondamentali, quali l'elementarismo.
Le teorie della Gestalt si rivelarono altamente innovative, in quanto rintracciarono le basi del comportamento nel modo in cui viene percepita la realtà, anziché per quella che è realmente; quindi il primo pilastro della teoria della Gestalt fu costruito sullo studio dei processi percettivi e in una percezione immediata del mondo fenomenico.

LINK LIBRO
https://amzn.to/34vIKh0

#psicologia #filosofia #riflessione #approfondimento #stralciolettura #consigliolettura
1.3K views13:01
Open / Comment
2022-02-01 22:30:30 Fatti furbo Segui i migliori canali di Telegram  
158 views19:30
Open / Comment
2022-02-01 20:09:04

Caiano e Giribaldi provano a orientarsi tra gli scritti di Borges e l'Infinito cui essi rimandano...

"Leggendo Borges, si ha l’impressione di cogliere della purissima filosofia, ma poi ci si sente smarriti, non si riesce a trovare un senso univoco, un percorso dimostrativo, delle argomentazioni: la filosofia di Borges è la non-linearità. Forse persino quest’abbozzo di definizione è un tradimento di ciò che il Borges filosofo è in realtà."



IL SENSO INFINITO IN BORGES: TRA PIERRE MENARD E LA BIBLIOTECA DI BABELE



Articolo
https://arenaphilosophika.it/il-senso-infinito-in-borges-tra-pierre-menard-e-la-biblioteca-di-babele/

Writers
https://arenaphilosophika.it/pietro-caiano/

https://arenaphilosophika.it/author/martina-giribaldi/
584 views17:09
Open / Comment
2022-01-31 23:00:00 Un po' di cultura, dai un'occhiata  
557 views20:00
Open / Comment
2022-01-31 21:11:56

Le due tesi scaturiscono dalla terminologia aristotelica: il Dio statico dell'atto (energheia), il Dio cinetico della potenza (dunamis).

"Una metà può essere solo dopo che l’intero si sia dissolto – διαλυθέντος –, dice Aristotele, e quindi, se c’è un intero in atto, la sua metà può attuarsi solo qualora detto intero si dis-attui; viceversa, secondo la potenza, la metà è anteriore all’intero, perché quest’ultimo non è ancora in atto."



IL DIO "GIÀ"



Articolo
https://arenaphilosophika.it/il-dio-gia/

Writer
https://arenaphilosophika.it/davide-cantino/
826 views18:11
Open / Comment
2022-01-31 13:30:05 ⁣⁣@lamusanetwork presenta...

UNIVERSO POESIA
IO LEGGO
ENGLISH CHANNEL
POESIA
BIBLIOTECHE
TEMPIO DEL PENSIERO
CULTURA



SESSO, ARTE E TAVERNELLO
LO GROTTESCO MEDIOEVO
ARTE



PIECE OF RUSSIA
MONDO FILOSOFIA
IL TUO ZEN
MEDITANDO
AMORE E RESILIENZA
SACRUS IGNEM



NOTIZIE ASTRONAUTICHE
MONDO MARVEL
ORTO BIOLOGICO
ALIMENTAZIONE CONSAPEVOLE
RICICLO
CRESCITA PERSONALE
CRESCITA EMOTIVA
SCACCHI
VIVERE A 360°
AVVISI TERREMOTI
BIOETICA E DIRITTI UMANI



OGGI AL CINEMA
ALDO, GIOVANNI E GIACOMO

...e tanto altro ancora...
1.2K views10:30
Open / Comment
2022-01-31 10:59:56 «Sapere di non sapere è la cosa migliore. Fingere di sapere quando non si sa è una malattia»
Lao Tzu

"Io so, di non sapere."

“La vera saggezza sta in colui che sa di non sapere; perché io so di sapere più di te, che pensi di sapere”
Socrate

Perché oggi è così importante rendersi conto di sapere di non sapere? Soffermatevi a riflettere un momento… Il tema è la differenza tra saggezza e conoscenza che non sono assolutamente la stessa cosa.  L’uomo veramente saggio, accorto, avveduto, attento e non “che sa tutto” è consapevole di non poter possedere tutto lo scibile e pertanto è pronto ad imparare continuamente e a migliorarsi con umiltà, a mettersi in discussione ogni giorno, ogni istante, ascolta ed è capace di condividere a differenza di chi al contrario, crede di sapere tutto, mentre molto spesso è solo presunzione e convinzione, che derivano da conoscenze orizzontali riguardo ad alcuni argomenti di cui parliamo, frutto del desiderio di riconoscimento e di affermazione.
Le citazioni sopracitate, contengono in sé una grande verità: all’uomo non è dato di sapere, ma solo di constatare la sua ignoranza. Chi possiede una profonda consapevolezza della propria “nullità intellettuale” può davvero definirsi saggio.

#riflessione #buongiorno #citazione #filosofia #filosofiaorientale #pensierieparole
1.3K views07:59
Open / Comment
2022-01-30 22:00:13 ⁣ LISTA WOW MEDALS

#6K
ERRORI SU AMAZON 99%!!!!
COUPON -90%
ERRORI DI PREZZO
CRESCITA PERSONALE
FILOSOFIA


#5K
GIORNALI GRATIS
EDICOLA ITALIANA
SCONTI AL 90%
OFFERTE LIDL
RIDERE E AMARE
ZEN
CIBO & SALUTE
CODICI GRATIS!!
TRUCCHI E CONSIGLI

#4K
COUPON -80%
ERRORI DI PREZZO
MEGLIO SAPERE
QUOTIDIANI
ERRORI o GRATIS

SPONSORIZZIAMO
766 views19:00
Open / Comment
2022-01-30 18:35:57
"Cos'è la filosofia?"
Proviamo a dirlo guardando e commentando un video!
Stasera ore 21.00. Vi aspettiamo!

#spettalogando @menteaperta
1.8K views15:35
Open / Comment
2022-01-29 22:30:05
INSIEME...CANALI CULTURALI
364 views19:30
Open / Comment
2022-01-29 17:25:30 Aristotele, l'anima umana e lo spirito

https://www.teologiaefilosofia.it/aristotele-anima-umana/

#teologia #filosofia #approfondimento #aristotele #riflessione
481 views14:25
Open / Comment
2022-01-28 18:02:57   LA FENICE NETWORK
Vi presenta una selezione dei suoi canali

Eros & Fun

Filosofia

Torte & Dolci

☤ Medicina & Benessere

Pensieri In Gif

CiboSalute

Meme Alternativi

Landscapes

Assaggi Divini

4 & 4orto

Amo Roma

Pastry & Love

Crazy Wheels

Film

Animals

Marvel Pics

Ricette Stellate

Unisciti al progetto e dai visibilità al tuo canale
1.0K views15:02
Open / Comment
2022-01-28 15:08:54 " L'empatia: l'arte di comprendere le emozioni. “La capacità di mettersi nei panni degli altri è una delle funzioni più importanti dell'intelligenza. Dimostra il grado di maturità dell'essere umano”.

- Augusto Cury, psicoterapeuta brasiliano -

Il concetto di empatia, abbraccia epoche e scienze diverse, dall’arte alla filosofia, fino alla psicologia sociale. Il concetto è stato coniato, a fine ‘800, dall’esperto di arti figurative Robert Vischer e deriva dal termine empátheia, ovvero «sentire dentro», cioè la capacità del cantore di rendere partecipe lo spettatore delle emozioni da lui narrate. L’empatia, quindi, essendo percezione di un qualcosa e non comprensione, prende da subito le distanze da qualsiasi attività intellettuale, rifacendosi invece al campo emozionale.
Ma, il concetto di empatia era perfettamente conosciuto fin dai tempi dell’antica Grecia. Il rapsodo di Platone, ad esempio, sapeva perfettamente che, piangendo, avrebbe ottenuto un senso di commozione nel pubblico poiché si sarebbe immedesimato in lui. Aristotele, era pienamente consapevole del fatto che spettatore ed attore partecipassero insieme dei sentimenti messi in scena a teatro. Semplicemente, questa partecipazione emotiva veniva descritta con un altro termine, ovvero eleos (pietà, compassione). Ma è a metà dell’ 800 che il termine trova la sua affermazione nel discorso scientifico europeo. Non solo, come abbiamo visto, nel campo dell’arte ma anche in quello filosofico-psicologico. Uno dei primi studiosi ad occuparsi empatia fu Theodor Lipps, docente di filosofia presso l’università di Monaco e co-fondatore insieme ad Edmund Husserl della Fenomenologia di Monaco. Tale scuola ebbe il merito, tra gli altri, di intrecciare i rami del sapere filosofico con una conoscenza delle dinamiche psicologiche, legame divenuto indissolubile per la comprensione dei fenomeni che hanno per oggetto l’uomo. Da queste posizioni, altri studiosi come Max Scheler si addentrarono nello studio delle dinamiche psicologiche, approfondendo in particolare il concetto di empatia. Grazie ad esso, infatti, si diffuse in Europa una corrente di studi psicopatologici-fenomenologici che sfociarono, successivamente negli studi di Heinz Kohut, fondatore della Psicologia psicoanalitica del Sé.

In definitiva, l’interesse nei confronti dell’empatia non può che essere dovuto alla consapevolezza che nell’uomo, tale aspetto, sia fondamentale. Nei più diversi modi, l’empatia è co-responsabile della crescita e formazione di una persona, del suo ruolo nel mondo, della comprensione delle dinamiche sociali, dello sviluppo sano di un individuo.

#riflessione #approfondimento #enciclopediafilosofica #psicologia #filosofia #empatia
225 views12:08
Open / Comment
2022-01-27 22:30:40 Cerca il meglio

Vai sul sicuro con questi canali    
887 views19:30
Open / Comment
2022-01-27 18:53:42

La vita è vana. Attendere il Nulla, contemplando la vanità dell'esistenza è passività, prenderne le redini è azione!

"L’uomo ha due possibilità. Può prendere la decisione di contemplare la sua attesa come contempla i commedianti immobili nell’attesa di Godot; ma ha ugualmente la possibilità di sopravanzare la passività che sembra in un primo momento caratterizzarlo, con lo scopo di divenire pienamente attivo nella sua ricerca del senso."



NON SI DEVE ATTENDERE GODOT / DU DEVOIR DE NE PAS ATTENDRE GODOT



Articolo ITA
https://arenaphilosophika.it/non-si-deve-attendere-godot/

Articolo FRA
https://arenaphilosophika.it/du-devoir-de-ne-pas-attendre-godot/

Writer
https://arenaphilosophika.it/marie-helene-crette/
1.2K views15:53
Open / Comment